Follow Me

                        

Unicorni a dieta - How to: vellutate edition



Ripresi dallo shock?


Dopo queste due righe inutili vi presento la cena preferita degli unicorni sempre a dieta: la vellutata.
La vellutata *musica di Quark in sottofondo*  è una  crema di verdure e amidi (in genere patate lesse, ma anche fecola, amido di mais, di riso, di tapioca) saporita e molto liscia al palato, di solito arricchita con ingredienti solidi che fanno da elemento di contrasto sia per quanto riguarda la consistenza, sia per quanto riguarda il gusto.
C'è da dire che da quando mi sono cimentata per la prima volta con questo piatto, sono diventata una schifosa frullomane (bugiona, ero già una seguace del blending selvaggio e se non conoscete Maurizio, CLICCATE E FRULLATENE TUTTI)  e sbatterei nel mixer qualsiasi ortaggio esistente sulla Terra. 

Ma andiamo con ordine. 

La prelibatezza che vedete in foto è una vellutata di bietoline con cubetti di mozzarella di bufala e carote nere al rosmarino - in realtà l'esecuzione è a prova di scimmia, non lasciatevi intimorire dal nome altisonante -; eccone la ricetta.

INGREDIENTI PER 5 PERSONE
Cosa si frullerà:
- 4 patate medie
- 2 bei mazzi di bietoline 
- 1 piccolo cipollotto o scalogno, se siete fighi come Cracco
- sale grosso q.b.
Cosa non si frullerà:
- un paio di fette di fiordilatte o di mozzarella di bufala
- 2 carote nere
- rosmarino
- sale, pepe, olio EVO q.b.

PROCEDIMENTO
Frullanza -> In una pentola d'acqua bollente, mettete una manciatina di sale grosso, il cipollotto tagliato a fettine e le patate pelate e tagliate a tocchetti (in modo tale che si cuociano prima, la fame colpisce all'improvviso ed è cattivissima). Fate bollire per circa cinque minuti e aggiungete le bietoline ben lavate, coprite e lasciate andare fino a cottura. Scolate le verdure mantenendo da parte l'acqua di cottura e prendete il vostro roboante minipimer: ora ci divertiamo. Iniziate a frullare le verdure (io sono un animale e lo faccio direttamente nella pentola, ma se voi siete principesse e sirenette e avete a disposizione una zuppiera, trasferiteci le verdure e completate lì i passaggi) aggiungendo a poco a poco il loro brodo, finché non si otterrà una bella crema liscia e spumosa. Regolate di sale, pepe e eventuali spezie.
TIP: le mie sorelle mi fanno aggiungere nell'ultima frullata un cucchiaio di formaggio spalmabile, renderà la vellutata più delicata e mooolto più liscia, provare per credere.
Cose masticabili -> Scaldate in una padella un cucchiaio scarso di olio EVO con un rametto di rosmarino e saltateci le carote nere tagliate a tocchetti. Salate e pepate. Spegnete il fuoco quando sono ancora croccantine. Nel frattempo, tagliate a cubetti il fiordilatte.
Montaggio -> In una fondina o in una ciotola mettete un paio di mestoli di vellutata con al centro i cubetti di fiordilatte e le carote. Guarnite con il rosmarino e un filo d'olio a crudo.

Et voilà. La cena è servita: occhio appagato, palato pure ed è quasi tutta verdura. *-*

Se volete cambiare ortaggio, il procedimento è sempre lo stesso: amidi, brodo, verdura e componente masticabile a contrasto. Alcune varianti che vi consiglio sono le seguenti:
- Vellutata di fave con burrata sfilacciata e pomodorini saltati* (ricetta senza amidi)
- Vellutata di zucchine e basilico e gamberi al cognac
- Vellutata di zucca e curcuma con sauté di vongole*
- Vellutata di barbabietole con robiola e pepe verde (in questo caso ho usato come amido della fecola)
- Vellutata di piselli e avocado con robiola e scorze di limone (ricetta senza amidi)
Gli asterischi riguardano il metodo di cottura della verdura: nel caso delle fave, le ho sbucciate e saltate in padella con un filo d'olio e pepe, mentre nel caso della zucca, l'ho passata al forno con sale e rosmarino. In entrambi i casi ho usato per frullare del brodo vegetale che avevo in congelatore. 

Per oggi è tutto, e non vi ho nemmeno imbottito troppo di gif. Fatemi sapere se provate a fare qualche vellutata e se desiderate che pubblichi la ricetta di qualche variante che vi ho consigliato.

The Doubleplusgood

No comments:

Post a Comment

© The Doubleplusgood. Powered by Blogger.